Strategie di digital marketing - Exelab Agenzia Digital Marketing

7 Strategie di digital marketing senza tempo che funzionano nel 2018 (e oltre)

Se non stai attivamente promuovendo la tua attività online nel 2018, allora stai lasciando soldi sul tavolo.

Ma c’è un problema: il marketing online (apparentemente) è molto complicato. Su internet si trova una tale quantità di informazioni che anche il più determinato degli imprenditori può essere scoraggiato ad implementare un piano di digital marketing.

L’obiettivo di questo articolo è quello di analizzare il web marketing nelle sue strategie più basilari e senza tempo. Quindi rendere semplici e comprensibili queste strategie per l’imprenditore, per il commerciante, il responsabile marketing o delle vendite che vuole fare chiarezza sulle strategie fondamentali per promuovere la propria attività su internet.

Abbiamo provato ad includere solo strategie “senza tempo” (cioè strategie che funzionano e che probabilmente continueranno a funzionare in futuro), così non perderai tempo a inseguire scorciatoie o trucchi che rapidamente perderanno la loro efficacia.

Noterai anche che abbiamo elencato sette strategie generali. Sotto ogni strategia, ci sono varie tattiche relative a quella strategia.

COMINCIAMO!

Content marketing

Il contenuto è la spina dorsale di internet. Se ci pensi, quasi tutto ciò che vedi online è un contenuto di qualche tipo (video, articoli, blog post, infografiche, ecc.).

Ecco cosa troviamo a proposito del content marketing cercando su Google:

Un tipo di marketing che prevede la creazione e la condivisione di materiale online (come video, blog e post sui social media) che non promuova esplicitamente un brand ma che sia destinato a stimolare l’interesse verso i suoi prodotti o servizi.

Il content marketing è probabilmente una delle più importanti strategie di digital marketing perché, senza di esso, molte altre strategie non esisterebbero (o non sarebbero efficaci).

Ecco i due motivi principali per cui i contenuti e il content marketing sono vantaggiosi per quasi tutte le attività commerciali:

  1. Il contenuto educa e informa i tuoi potenziali clienti sul tuo prodotto o servizio. Perché qualcuno dovrebbe pagarti se non sa cosa sta acquistando? Questo è il vuoto che il contenuto è in grado di riempire.
  2. Il contenuto offre un’opportunità per te o per la tua azienda di posizionarsi come leader nel tuo settore. Essere un leader si traduce in un’eccellente esposizione del marchio e può aprire molte porte all’interno della tua nicchia di mercato.

Di seguito troverai un riassunto delle principali tattiche di content marketing e numerosi link a risorse per ulteriori letture.

Se hai bisogno di convincerti che il content marketing è fondamentale per la tua azienda, puoi anche leggere questo articolo che elenca alcuni motivi fonamentali.

1. Blogging

Avere un blog di settore e una newsletter aziendale può essere molto utile per entrare in contatto con clienti attuali e potenziali.

Il Blog di Exelab è un esempio di un blog di settore, il cui scopo ultimo è quello di invogliare i visitatori a considerare Exelab come un partner affidabile per le strategie di digital marketing. Lo facciamo dimostrando la nostra conoscenza della materia e la nostra passione per questo tipo di attività e soprattutto fornendo valore.

Un altro tipo di blog è il cosiddetto blog di prodotto, dove vengono continuamente aggiornata l’utenza sulle novità del prodotto in oggetto. Un ottimo blog di prodotto è, ad esempio, il blog di buffer.

2. Creazione di “Linkbait” (e promozione)

Un contenuto “Linkbait” è un contenuto specificamente formulato per attrarre link. È qualcosa di così interessante, prezioso e unico che un grande numero di blogger e influencer del settore non può fare a meno di creare un link a questo contenuto. Questi link, come gli altri, contribuiscono a migliorare le classifiche del sito nei motori di ricerca.

Come tutti i contenuti di cui parliamo in questo articolo, il Linkbait può essere realizzato utilizzando qualsiasi forma di contenuto (Video, infografica, blog post, o una guida molto corposa, una presentazione su SlideShare, ecc.). Come accennato in precedenza, l’obiettivo principale è di attirare backlink.

Perché attirare link in entrata?

  1. Portano traffico di riferimento verso tuo sito web (dal sito di collegamento)
  2. Aiutano a migliorare il ranking del tuo sito. Questo, a sua volta, farà salire le tue pagine nei risultati delle ricerche di Google e porterà un maggiore traffico verso il tuo sito web tramite la ricerca organica

3. Guest posting

Il guest blogging (o posting) è l’atto di pubblicare contenuti su un altro sito web.

Ecco alcuni motivi per cui dovresti pubblicare un guest post:

  1. Può indirizzare il traffico dei referral al tuo sito;
  2. Puoi collegare dal messaggio del visitatore a un contenuto pertinente sul tuo sito;
  3. La pubblicazione degli ospiti può aiutarti a costruire relazioni nella tua nicchia o nell’industria;
  4. Ottima esposizione del marchio (se scegli i siti giusti).

4. Creazione di video (e marketing)

Usare il video per promuovere e commercializzare la tua attività online è super potente. Non ci credi? Dai un’occhiata a queste statistiche di video marketing.

Dovresti anche dare uno sguardo al Canale YouTube di Ahrefs. Probabilmente non ti aspetteresti un video che parla di Audit SEO essere in grado di ottenere oltre mezzo milione di visualizzazioni, ma questo è effettivamente il video di ahrefs più popolare su Youtube…

Ahrefs YouTube Channel Sorted By View Count

5. Hosting di webinar

I webinar sono fondamentalmente mini-corsi online.

Possono essere ottime forme di contenuto, soprattutto se stai vendendo un prodotto digitale.

6. Content syndication

La syndication dei contenuti è quando un pezzo di contenuto basato sul web viene ripubblicato (cioè pubblicato in syndication) da un altro sito web. La diffusione dei contenuti può essere un’ottima fonte di traffico da referral.

7. Podcasting

Il contenuto non ha bisogno di essere visivo per essere efficace. Il podcasting è una forma di contenuto udibile che è eccellente per la promozione e la costruzione di un brand e per creare o ingrandire una audience.

Ci sono due strategie principali quando si tratta di podcasting:

  1. Avviare il tuo podcast;
  2. Essere ospitati sul podcast di qualcun altro.

Entrambe le strategie possono essere molto efficaci nel marketing della tua attività online e nella costruzione di relazioni di settore efficaci.

Email Marketing

L’email marketing è super potente perché è un canale diretto di comunicazione tra la tua azienda e i tuoi attuali o potenziali clienti.

Per avviare un email marketing efficace devi acquisire in qualche modo e CON IL SUO PERMESSO l’indirizzo email del cliente o del potenziale cliente. Questa è la parte più facile. La parte più difficile comincia dopo. Devi capire esattamente come comunicare e stabilire una relazione “epistolare” proficua con gli utenti che si trovano nella tua lista. L’unico modo per farlo in modo funzionale è inviando ai tuoi utenti informazioni ed email realmente utili e colme di informazioni.

Ecco le tattiche che puoi utilizzare a questo scopo:

1. Lead magnet

Non puoi effettuare il marketing via email senza l’indirizzo email del destinatario. Il modo più semplice per avere gli indirizzi email dei tuoi utenti è attraverso un lead magnet.

I lead magnet sono un contenuto specifico di valore che puoi offrire ai tuoi lettori in cambio del loro indirizzo email.

Ecco un esempio da VideoFruit , si trova subito dopo l’introduzione del post sul blog:

Ed ecco cosa vedi quando fai clic sul link:

Ti viene richiesto il tuo indirizzo email in cambio del download “gratuito”.

Ecco alcuni altri esempi di lead magnet efficaci:

  1. Guida / Report approfondito;
  2. Corso gratuito;
  3. Lista di risorse gratuite;
  4. Codice sconto / coupon;
  5. Iscrizione ad un webinar;
  6. Video.

La chiave per avere un lead magnet che funzioni è quella di creare qualcosa che sia in grado di fornire un reale valore ai tuoi utenti e che sia sufficientemente legata ai servizi che stai vendendo.

2. Segmentazione

Una volta ottenuta l’iscrizione da parte degli utenti, il tuo obiettivo con la posta elettronica è solitamente di due cose:

  1. Fai evolvere il lead in una vendita (o un upgrade);
  2. Costruisci la consapevolezza e l’autorevolezza del brand.

Per fare questo bene, ti consigliamo di segmentare le tue mailing list in modo da poter inviare email più mirate e personalizzate.

3. Email di test A / B

Ora che hai la tua mailing list segmentata, è il momento di fare “split testing”.

Lo split testing (o il test A / B) significa semplicemente confrontare diversi elementi che incidono sulla conversione l’uno contro l’altro per vedere a quale pubblico è meglio rispondere.

Ecco alcuni esempi di elementi all’interno di un’email su cui si può eseguire un test A/B:

  1. Oggetto
  2. Contenuto
  3. Email “hook” (cioè, la prima frase o paragrafo);
  4. Elemento di design (es. Colore, layout, lunghezza, ecc.)

4. Marketing automation

Automazione dell’email marketing è la componente finale che ti permette di risparmiare un sacco di tempo.

Una volta che il tuo lead magnet ti premia con un’iscrizione e hai segmentato la tua lista, sei finalmente nelle condizioni di creare campagne di e-mail automatizzate che forniscono contenuti di qualità alla tua audience di mettere il pilota automatico al tuo marketing.

Queste sono sequenze preimpostate che vengono inviate automaticamente dal tuo software di email marketing.

Per un ulteriore passo in avanti è possibile inviare e-mail diverse in base alle azioni degli iscritti, sempre con il pilota automatico (es. e-mail aperta o no, click sui link, visite al sito web, conversioni sul sito web, ecc.).

Ottimizzazione per motori di ricerca (SEO o Search Engine Optimization)

Ecco la definizione di Google di ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO):

Il processo di massimizzazione del numero di visitatori di un determinato sito Web assicurando che il sito appaia in alto nell’elenco dei risultati restituiti da un motore di ricerca.

Se il traffico che proviene dalla ricerca organica sul tuo sito web è importante per te (lo è per tutti), devi ottimizzare il tuo sito per i motori di ricerca. La SEO può sembrare complicata e confusa, ma le nozioni di base sono abbastanza facili da imparare.

Se vuoi stabilire una solida comprensione della SEO, dai un’occhiata a questo articolo. Altrimenti, di seguito sono riportati i concetti chiave dell’ottimizzazione per i motori di ricerca.

1. Parola chiave / ricerca attuale

Devi sapere cosa cercano le persone prima di poter ottimizzare per quella ricerca.

La parola chiave e la ricerca di attualità ti aiutano a trovare le query di ricerca e gli argomenti.

2. SEO on-page

SEO on-page si riferisce all’ottimizzazione del contenuto e degli elementi HTML su una pagina web. Quando scrivi contenuti per il tuo sito web, desideri che i contenuti abbiano le migliori possibilità di posizionamento nei motori di ricerca.

3. SEO off-page

SEO off-page aiuta a migliorare il posizionamento nei motori di ricerca attraverso tattiche che non sono implementate sul tuo sito web.

Quando la maggior parte delle persone parla di SEO off-page, si riferisce al link building, ma SEO off-page può anche includere attività come inserire o richiedere citazioni e promuovere contenuti tramite i social media.

4. SEO tecnico

La locuzione SEO tecnico si riferisce a tecniche non direttamente legate al contenuto che rendono più facile per i motori di ricerca sondare e indicizzare il tuo sito web. Il SEO tecnico di solito inizia con un audit tecnico SEO.

Ottimizzazione dei tassi di conversione (CRO or Conversion Rate Optimization)

L’obiettivo principale del digital marketing è ottenere la famosa, ambita, anelata “conversione”. Ecco perché facciamo digital marketing.

Quindi, perché non fare tutte le attività possibili che aumentano il tasso di conversione a parità di traffico? Queste rappresentano la base di ciò che viene chiamato ottimizzazione del tasso di conversione (CRO o Conversion Rate Optimization).

CRO può essere pensato come una combinazione di UI / UX (interfaccia utente / esperienza utente) e copywriting. Si utilizza il copywriting per consegnare il messaggio che si sta tentando di comunicare e quindi si utilizzano elementi di progettazione (UI / UX) per consentire al visitatore di realizzare i propri obiettivi, trovare quello che cercava e convertire (ad esempio effettuando un acquisto o una registrazione).

1. Progettazione web incentrata sulla conversione

Il web design è l’inizio dell’ottimizzazione del tasso di conversione. Ci dispiace, ma se il tuo sito sembra costruito nel 2001 (come nella schermata di Wikipedia del 2001 di seguito), avrai difficoltà a convincere chiunque a fare qualcosa di costruttivo sul tuo sito web.

Wikipedia homepage from 2001

Innanzi tutto vuoi che le persone si fidino del tuo sito web. Ecco alcuni esempi su come farlo:

  1. Design moderno;
  2. Una pagina “Dicono di Noi”;
  3. Recensioni;
  4. Informazioni di contatto;
  5. Loghi di aziende fidate con cui lavori;
  6. Segnali di fiducia sociale (ad es. conteggio dei follower, likes, recensioni)

2. Ottimizzazione del titolo

Che tu stia ottimizzando la ricerca organica, la pubblicità pay-per-click, la pubblicità display o qualcos’altro, il miglioramento del titolo è una delle attività più semplici che puoi fare con il ROI più alto.

Per trovare la prima versione del titolo, guarda cosa sta facendo la tua concorrenza e poi crea qualcosa di simile. Puoi anche usare uno strumento come l’Headline Analyzer di Coschedule per modificare il tuo primo titolo.

Una volta che hai la prima versione del titolo, è ora di iniziare a testare altri titoli.

3. Call-to-action (CTA)

La tua CTA (call to action) è la migliore opportunità per dire ad un visitatore del tuo sito web quale azione dovrebbero compiere e perché lo dovrebbero fare. L’home page di Netflix è un ottimo esempio di invito all’azione semplice ma efficace.

Netflix Call To Action

4. Prova sociale

La prova sociale è il concetto secondo cui i consumatori hanno maggiori probabilità di convertire quando sono presenti certi segnali di fiducia (ad es. Follower e Like sui social media, testimonianze, recensioni, icone che trasmettono fiducia, ecc.).

5. Test A / B (per elementi UI / UX)

Dovresti usare un pulsante blu o un pulsante rosso? Il pulsante dovrebbe essere nel mezzo dello schermo o sulla destra? Test A / B, noto anche come split test, è come rispondi a queste domande.

Social media

Oggi il social media marketing è una strategia di internet marketing consolidata.

Ma c’è un equivoco sui social media. Ovvero che l’obiettivo della promozione sui social media spesso è considerato la visibilità con l’audience già consolidata. Questo non è sempre vero e forse non è l’aspetto più interessante del social media marketing.

Certo, i social media sono un ottimo modo per comunicare con il pubblico esistente, ma la visibilità e la comunicazione non sono sufficienti per far crescere un marchio o un’azienda. Hai bisogno che le persone condividano le tue cose con i loro amici (e amici di amici e amici di amici di amici)!

Ma come fai a convincere i tuoi attuali follower a condividere il tuo marchio o la tua attività con i loro follower? La prima risposta è: Contenuto. E la seconda risposta è: Contenuto Eccellente.

1. Scegli il canale giusto

Non fare pubblicità su Pinterest se stai cercando di raggiungere un pubblico maschile più anziano. Non vedrai risultati. Perché? Bene, Pinterest è per lo più femminile.

Prima di iniziare a investire tempo nel marketing tramite social media, assicurati di scegliere un canale di marketing sul quale il tuo pubblico trascorre tempo e trova interesse.

2. URL Social Engagement

Non si può pensare ai social media come a uno strumento di assistenza clienti, ma è uno dei migliori in circolazione.

Gestire la tua reputazione attraverso una presenza sociale attiva può salvare la tua attività da una stampa negativa o può aumentare la campagna pubblicitaria positiva che la tua attività potrebbe avere.

Advertising a pagamento

A volte nel marketing, devi pagare per giocare.

La pubblicità a pagamento è il luogo in cui si paga a una terza parte per fare pubblicità nello spazio pubblicitario di sua proprietà.

Alcuni dei più noti sono Google Adwords e la piattaforma pubblicitaria di Facebook, ma ci sono molti di loro che puoi testare.

La maggior parte dei canali di marketing richiede tempo prima di iniziare a generare un profitto, ma la cosa bella della pubblicità a pagamento è che può fornire un ritorno immediato.

Di seguito apprenderete alcune delle più note piattaforme pubblicitarie a pagamento.

Google AdWords

Google Adwords è una forma di pubblicità a pagamento, nota anche come pay-per-click (PPC), in cui paghi ogni volta che qualcuno fa clic sul tuo annuncio visualizzato su Ricerca o Rete Display di Google.

AdWords ads for backlink checker review

AdWords può essere estremamente potente nel generare traffico mirato verso i tuoi siti Web o le pagine di destinazione.

2 Pubblicità su YouTube

Youtube ha oltre 1 miliardo di utenti con oltre 1 miliardo di ore guardate ogni giorno. Lasciamo sedimentare questa affermazione…

Sono molte le persone che puoi raggiungere con la pubblicità su YouTube.

3. Facebook Advertising

La pubblicità su Facebook è nota per essere una forma efficace e poco costosa di pubblicità digitale. Quando si tratta di strategie di marketing su Internet, le pubblicità di Facebook saranno in genere una delle prime strategie citate a causa del loro alto rendimento (se fatte correttamente).

FaceBook ad example

4. Pubblicità su LinkedIn

La pubblicità su LinkedIn è un’altra forma di pubblicità digitale simile alle pubblicità di Facebook, ma è nota per la sua efficacia per le aziende e gli operatori di marketing.

5. Pubblicità programmatica

In parole povere, la pubblicità programmatica è l’acquisto di spazi pubblicitari digitali attraverso una tecnologia che automatizza il processo di acquisto. Una piattaforma lato domanda (DSP) è spesso la tecnologia che l’inserzionista acquista tramite il posizionamento degli annunci digitali.

Una DMP, o piattaforma di gestione dei dati, viene utilizzata per raccogliere dati e quindi analizzarli e segmentarli in segmenti di pubblico. Questi segmenti di pubblico vengono spesso trasmessi a un DSP, pertanto è possibile pubblicare annunci più mirati.

La pubblicità programmatica consente ai marketer di essere strategici su come spendono i loro budget pubblicitari e stanno migliorando insieme al miglioramento della tecnologia.

6. Retargeting

Ecco la definizione di Wikipedia di retargeting:

Il retargeting comportamentale (noto anche come remarketing comportamentale o semplicemente retargeting) è una forma di pubblicità mirata online con la quale la pubblicità online è rivolta ai consumatori in base alle loro precedenti azioni su Internet.

Se qualcuno atterra sul tuo sito web tramite un annuncio PPC e poi se ne va senza acquistare, potrebbe sparire per sempre. Ma se hai impostato il retargeting, puoi continuare a fare pubblicità a quella persona fino a quando non sono pronti per l’acquisto.

Influencer Marketing

Hai mai acquistato un prodotto perché consigliato da un amico? Sicuramente. Che dire di un prodotto da uno spot? Più difficile. Per quale motivo?

Acquisti prodotti consigliati da amici perché i tuoi amici hanno accumulato un certo livello di credibilità con te. Ti fidi di loro perché sono tuoi amici. Il marketing dell’influencer funziona sullo stesso principio.

Secondo Wikipedia, l’influencer marketing è una forma di marketing in cui l’attenzione è rivolta a persone influenti piuttosto che al mercato di riferimento nel suo complesso. Identifica le persone che hanno influenza sui potenziali acquirenti e orienta le attività di marketing intorno a questi influenzatori.

L’influencer marketing può avere effetti sorprendenti sul tuo business a patto che una cosa sia rispettata: Il tuo prodotto deve essere davvero eccezionale. Questo articolo su Medium lo dice meglio di chiunque altro “Un prodotto killer è la tua migliore strategia di marketing”.

Mettere tutto insieme: le canalizzazioni del marketing digitale (e misurazione dei risultati)

Rifiatiamo. Abbiamo parlato di un sacco di cose e non tutte sono facili da digerire.

A questo punto è necessario dire una cosa. Il vero segreto nella creazione di strategie di digital marketing di successo è come si miscelano insieme tutte le cose di cui abbiamo parlato in questo articolo. Come si fanno interagire tutte queste strategie in un piano coerente che possa generare un ROI positivo per la tua azienda?

Costruisci un funnel di marketing

In realtà, è molto raro che un cliente visualizzi un annuncio o visiti il ​​tuo sito Web per la prima volta e poi si converta immediatamente in un cliente. È quasi sempre un processo ben più complicato di questo. Un funnel (dal termine inglese per imbuto) di marketing porta qualcuno da essere totalmente inconsapevole del tuo marchio, a diventare un cliente.

Ecco come appare un tipico funnel:

Generalmente usi strategie come l’ottimizzazione dei motori di ricerca per portare le persone nella parte superiore del funnel (consapevolezza). Poi con l’email marketing, l’ottimizzazione del tasso di conversione, ecc. porti quelle persone a diventare lead (interesse, desiderio). E infine, con annunci a pagamento, retargeting e così via converti lead in clienti (azione).

Ma ecco un punto importante: non è sempre necessario creare un funnel che sia super-tecnico. A volte un approccio semplice funziona meglio. Alle volte basta un’email giusta al momento giusto. Ad esempio subito dopo l’iscrizione alla tua mailing list puoi mandare un’email di benvenuto con le indicazioni fonamentali ai tuoi utenti per prendere dimestichezza con i tuoi prodotti o i tuoi servizi.

E ricorda, indipendentemente dalle strategie / tattiche che usi (o che non usi), dovresti SEMPRE misurare il tuo successo.

Ci sono tonnellate di strumenti che puoi usare per fare questo. Ma gli strumenti gratuiti di Google (es statistiche di Google, Google Search Console e Google Tag Manager) sono sufficienti per la maggior parte delle persone.

Conclusioni

Complimenti per essere arrivato alla fine di questo lungo articolo!

Questo elenco di strategie di internet marketing non è affatto completo, ma dovrebbe esserti utile per concentrarti sulle strategie che non sembrano accusare il passare del tempo.

Se eseguite correttamente, le strategie elencate in questo articolo funzionano davvero. E continueranno a funzionare nei prossimi anni.

L’unico avvertimento è che il marketing online è in continua trasformazione e in continua evoluzione. Nessuno sa con certezza al 100% quali strategie funzioneranno tra dieci anni.

Quello che puoi fare, e che devi fare per il tuo lavoro a qualunque livello è mantenerti costantemente aggiornato in modo che tu sappia cosa sta funzionando ora, ed essere consapevole di quello che si prospetta all’orizzonte.

Lascia le tue impressioni e le tue considerazione su qual è la tua strategia di marketing preferita o quella che ti ha dato maggiori risultati! Sono curioso di sapere dove la comunità di Exelab sta vedendo risultati migliori.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *