9 Statistiche Che Ti Convinceranno a Investire Nel Content Marketing

Statistiche Per Capire Il Content Marketing

Il content marketing, negli ultimi anni, si è mosso alla velocità della luce.

Perché?

I consumatori sono bombardati di pubblicità e le tecniche di vendita ormai risultano aggressive, ripetitive e scontate. Al contrario i consumatori rispetto ad un marchio, sono attratti dall’autenticità, la trasparenza e la vicinanza emotiva.

L’avvento di internet e dei social media hanno molto a che fare con tutto questo. Questi canali aiutano i consumatori a scegliere e selezionare esattamente con quali marchi interagire. Se la gente non vuole vedere i tuoi annunci ci metterà un secondo ad andare da un’altra parte. È molto semplice.

Per questo, i marketer hanno scoperto che hanno bisogno di approcciare il consumatore in un modo diverso. Non possiamo più creare e mostrare gli stessi vecchi annunci e aspettarci risultati simili a quelli di 30 o 40 anni fa. Dobbiamo invece aggiungere valore alla vita dei consumatori per far sì che vogliano darci un po’ del loro tempo.

Il content marketing è la risposta a tutto questo e questi sono i suoi fondamenti: la creazione di relazioni e la focalizzazione sul cliente invece che sul marchio.

Questo approccio, ragazzi, funziona.

Per avere qualche riscontro eccellente, lasciate che queste nove statistiche parlino da sole. Parlano davvero da sole. Preparatevi a persuadere.

1. Il content marketing ottiene tre volte il numero di lead per ogni euro speso rispetto alla ricerca a pagamento.

La ricerca a pagamento è stata sbandierata come l’asso pigliatutto per il rapporto costo-efficacia. Tuttavia, un recente studio di Kapost (in collaborazione con Eloqua) dimostra il contrario. 

Quando i due si sfidano l’uno contro l’altro, il content marketing ha sia i costi iniziali più bassi che benefici più profondi a lungo termine.

Con il passare del tempo, il content marketing costruisce la propria inerzia, senza bisogno di spendere altri soldi. Nel frattempo, la ricerca a pagamento richiede un flusso di cassa continuo per continuare a ottenere risultati.

2. Il content marketing genera un numero di lead tre volte superiore a quello dell’outbound marketing e costa il 62% in meno.

Il content marketing non solo è meno costoso dell’outbound marketing ma genera anche più leads.

L’outbound marketing è il vecchio modo di fare business. L’outbound marketing consiste principalmente in messaggi promozionali che cercano di dire ai consumatori quanto sia splendido un marchio, un prodotto o un servizio. Questi annunci sono mostrati ai consumatori, indipendentemente dal fatto che li vedano o meno. Questi annunci sono aggressivi, interrompono l’esperienza utente e sono  invadenti.

Si scopre e questo non ci sorprende più di tanto, che le persone oggi rispondono sempre meno a questo tipo di promozione del prodotto. Questo perché ci sono altri modi per entrare in contatto con i marchi, modi migliori (tipo, guarda un po’, il content marketing).

3. Nel 1984, una persona vedeva in media 2.000 annunci/giorno. Nel 2014, questo numero è arrivato a 5000.

Tre parole: Sovraccarico da annunci pubblicitari.

Come fanno le persone a gestire questo sovraccarico, quando vengono bombardate quotidianamente con annunci pubblicitari?

Due altre parole: Ad blockers. Più di 615 milioni di dispositivi dispongono ora di software ad-blocking, secondo PageFair 2017 Global Adblock Report.

Di fronte ai consumatori bombardati da annunci giorno dopo giorno, il content marketing si diffonde come una boccata d’ aria fresca. Fornisce valore alla loro vita, non è invadente, e mira ad essere di aiuto prima che promozionale .

4. Quasi la metà delle persone di età compresa tra i 18 e i 49 anni riceve notizie e informazioni on line, e il loro numero è in aumento.

Uno Studio del Pew Research Center del 2016 mostra che le persone si allontanano sempre di più dalla televisione come fonte principale di notizie e informazioni. Invece, sempre di più si informano su internet.

Se sei come la Sirenetta e vuoi essere dove sono le persone, il tuo brand marketing deve essere online. Qual è ll modo migliore per andare in questa direzione, il modo che le persone preferiscono di gran lunga? Il Content Marketing.

Social media, blog e motori di ricerca – questi luoghi sono dove troverete gli utenti che vogliono essere informati. Questi canali sono anche i canali dove il content marketing fa la maggior parte del suo lavoro (e manifesta i suoi poteri magici).

5. Le Piccole aziende che hanno un blog ottengono il 126% di crescita in più rispetto alle piccole imprese che non lo hanno.

Un enorme 77% degli internauti legge i blog. Combinate questa cifra con il fatto che le piccole imprese con i blog vedono una maggiore crescita. La faccenda si fa interessante.

Sviluppare un’attività di blogging regolare e un modo di andare verso il content marketing per una ragione – funziona.

6. Dopo aver letto le raccomandazioni su un blog, il 61% dei consumatori online fanno un acquisto.

Il content marketing genera fiducia in un modo che nessun altro metodo può eguagliare. Generare fiducia nel tempo significa che i consumatori prestano attenzione e ascoltano la voce del vostro marchio.

È incredibilmente, ridicolmente potente. E’ sottilmente persuasivo senza essere spudorato. Si basa sulla trasparenza e su un approccio concreto. È semplicemente content marketing.

7. Il content marketing raggiunge tassi di conversione sei volte superiore rispetto agli altri metodi.

Il marketing tradizionale comincia a sembrare un po’ triste a questo punto, ma andiamo avanti. Il content marketing, tra tutti gli altri benefici, porta più in alto le conversioni. Infatti, ha sei volte la potenza che ha il marketing tradizionale nel convertire gli utenti in lead e i lead in clienti.

Il content marketing può richiedere più tempo, pazienza, e uno sforzo a lungo termine, ma le ricompense sono molto più grandi.

8. La tecnica SEO più efficace? Creazione di contenuti.

Popolare siti web con contenuti per il blog è il modo di avere il 434% in più di pagine indicizzate nei motori di ricerca rispetto ad altri siti aziendali che non pubblicano contenuti.

Gli effetti della creazione di contenuti: hai più strade che si diramano in internet che portano traffico al tuo sito. E, più contenuti crei su argomenti rilevanti per il tuo pubblico, migliori sono le tue possibilità di incrementare il traffico a partire dalla ricerca per arrivare alle conversioni più efficaci.

9. Le imprese che pubblicano 16 o più post al mese ottengono quasi 3,5 volte più traffico rispetto alle imprese che pubblicano da zero a quattro articoli

Vuoi lead? Indovina un po’.

È necessario dirlo? Anche se non credi nelle ripetizioni, questo è quanto. Lo ripeto un’altra volta per le persone che stanno in fondo all’aula: il content marketing, la creazione di contenuti, e il blogging portano lead. Un sacco di lead.

Bisogna investire, ma i ritorni sono reali.

Responso: il content marketing qualificato e coerente funziona

Il content marketing è il presente e il futuro del marketing. È efficiente, convincente e sottilmente persuasivo. Può anche essere meno costoso. La cosa più importante è che funziona, dato che queste nove statistiche lo provano oltre ogni dubbio.

Naturalmente, come qualsiasi strategia, il content marketing richiede abilità, perseveranza e coerenza per funzionare.

Questo è forse il segreto n° 1 per ottenere risultati come quelli descritti. Devi lavorare sodo per acquisire poteri magici! Ma, ragazzi, ne vale la pena.

 

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *