Chi è e cosa fa il social media manager

Social Media Manager - Chi è e cosa fa - Exelab Digital Marketing

Photo by rawpixel on Unsplash

La dimensione dei social media è ormai entrata nella quotidianità di un incredibile numero di persone: un’indagine del Pew Research Center ha rivelato che 3 persone su 4 usano Facebook giornalmente, circa 6 su 10 fanno lo stesso con Snapchat e Instagram e quasi la metà con Twitter e Youtube. Per un’azienda tutto questo si traduce in una serie quasi illimitata di opportunità di farsi conoscere e costruire relazioni con potenziali clienti. Molti brand non hanno tardato a ritagliarsi uno spazio nel panorama social, ma questo comporta la presenza di una figura che abbia la competenza e l’esperienza necessaria per muoversi con sicurezza all’interno di questa “giungla”: il social media manager è la persona preposta a svolgere questo compito. Scopriamo allora chi è e cosa fa.

La formazione del social media manager

E’ chiaro, non esiste una scuola che insegni esclusivamente come si diventa social media manager: si tratta di una professione articolata, frutto di un mix di competenze tecniche e intellettuali che trae linfa da vari ambiti del sapere. E’ inoltre evidente che uno scenario come quello digitale, in costante e continua evoluzione, imponga di essere in possesso di abilità flessibili e di una buona dose di capacità organizzative. E’ certo comunque che le qualità di un social media manager devono emergere come frutto di un binomio tra una formazione e un aggiornamento continui e un’esperienza operativa diretta, sia all’interno di un’azienda sia come professionista free-lance. Se aspiri a svolgere questo lavoro dunque, studia e documentati sull’universo social e inizia a cercare opportunità per fare un po’ di gavetta; se invece hai un’azienda e cerchi la risorsa giusta, valuta quei profili che esprimano un perfetto connubio tra creatività, impegno e capacità di gestione, attraverso una visione d’insieme della presenza social coerente con l’immagine del tuo brand e in linea coi tuoi obiettivi di marketing.

Il ruolo e le mansioni del social media manager

Potremmo sinteticamente rispondere alla domanda ‘Cosa fa un social media manager?’ dicendo che è quella figura che si occupa della gestione, sia creativa sia strategica, dei profili social di un’azienda. Il suo ruolo aziendale dunque non è solo quello di controllare i commenti degli utenti su Facebook o di stimare quanti followers ti seguono su Twitter, né quello di postare regolarmente qualche contenuto sui tuoi canali Instagram e Youtube. Il suo compito è indubbiamente più articolato e implica una pianificazione molto accurata delle singole mansioni da svolgere su ogni singola piattaforma. Il social media manager deve assicurarti una gestione efficace degli spazi social, grazie alla realizzazione e la condivisione di contenuti di qualità che rispecchino fedelmente l’immagine del tuo brand, oltre a una costante interazione coi tuoi utenti o clienti, che devono sentirsi coinvolti nell’esperienza che la tua azienda offre loro e che (cosa ancor più importante) non devono mai avere la sensazione di essere trascurati. Deve inoltre possedere la consapevolezza di quale piattaforma social è più adatta per veicolare una data informazione e deve analizzare tutte le variabili che possono contribuire al successo della strategia di marketing che avete pianificato, dai costi ai competitors, dai tempi agli obiettivi prefissati. A seconda delle dimensioni dell’azienda, il social media manager può trovarsi a operare in autonomia così come interagire con altri professionisti specializzati del mondo digitale.

Le skills che un buon social media manager deve avere

Abbiamo già detto che è difficile incasellare le abilità specifiche che un buon professionista del social media management deve possedere, ma è indubbio che alcune competenze e caratteristiche siano indispensabili perché il suo lavoro sia davvero proficuo.

Capacità di pianificare e sviluppare strategie: La presenza di un’azienda sui social non può prescindere dalla pianificazione di una solida strategia. Un bravo social media manager dunque deve essere in grado di definire chiaramente – attraverso un’attenta attività di ricerca e un’altrettanto meticolosa programmazione di compiti, soluzioni e scadenze – come e perché il tuo brand deve essere presente sui social. I motivi principali sono due: il primo è che lo sviluppo di una strategia di marketing e comunicazione deve sempre passare da una fase di analisi, senza la quale si rischia di navigare a vista e non conoscere sufficientemente bene la propria nicchia di mercato per risultare competitivi; la seconda è che, attraverso la pianificazione si ottimizzano tempi e costi, si resta al passo coi continui aggiornamenti del mondo digitale e si riducono i rischi causati dagli imprevisti che sono sempre inevitabilmente in agguato.

Fare analisi e lavorare sulle risposte degli utenti: Se il tuo social media manager ha fatto un buon lavoro di programmazione ma non è in grado di monitorare i dati che ne derivano, non avrai ancora fatto spiccare il volo alla tua azienda sotto il profilo digitale. E’ di fondamentale importanza lavorare sull’analisi dei risultati della propria strategia, elaborando report che, attraverso i numeri, diano conto di quello che sta funzionando e quello che invece va potenziato o migliorato. Con lo stesso impegno devi poi raccogliere le voci degli utenti che seguono il tuo marchio sui canali social: in questo caso il compito del social media manager è quello gestire a tutto tondo le relazioni coi propri followers. Non basta un calcolo dei ‘like’ ottenuti da un tuo post, né qualche risposta di circostanza a una richiesta specifica; occorre invece targetizzare il proprio pubblico, esaminare le sue esigenze, individuare all’interno di esso le personalità o i gruppi con maggiore influenza, tenere traccia dei percorsi in cui il tuo brand – ma anche i tuoi concorrenti – vengono menzionati spontaneamente.

Pubblicare contenuti di alto valore: Un professionista che voglia definirsi tale nel campo dei social media deve saper produrre contenuti di qualità: non è tanto importante che lo faccia in prima persona oppure coordinando un team di copywriting e content creation, ma è essenziale che post, video, immagini rappresentino alla perfezione il tuo business, i valori che incarna e l’immagine che vuole esprimere agli utenti. Un buon contenuto è un grimaldello estremamente efficace per procurarsi spazio nell’affollatissimo mondo delle piattaforme social: se è ben concepito e ha il giusto equilibrio tra creatività e informazione, potrà creare immediatamente engagement in chi ne fruisce e attivare la relazione tra azienda e cliente. Questo implica inoltre che anche nei successivi scambi di comunicazione con la propria audience venga mantenuta la stessa qualità: l’utente deve sentirsi parte del progetto e avere la consapevolezza di essere ascoltato.

Fare advertising: Non dimenticarti mai che la tua azienda deve trarre profitto dalla sua presenza sui social media. Per questo una strategia non è completa se non si investe anche sulla comunicazione pubblicitaria. Le armi a disposizione di un social media manager sono molte e devono tutte puntare verso la massimizzazione dei risultati in base al budget di riferimento: si può elaborare un ad planning dopo aver eseguito un accurato lavoro su target di pubblico, presenza dei competitors e obiettivi di mercato; si possono pianificare concorsi, promozioni e offerte in modo da unire visibilità del brand e coinvolgimento degli utenti. Ciò che conta, in ultima istanza, è che i social siano concepiti come un potente strumento di advertising.

Stare sempre al passo coi cambiamenti del mondo digital: Mai trascurare l’importanza di un aggiornamento continuo a livello professionale. Il social media manager, proprio perché struttura la sua attività all’interno di piattaforme come Facebook, Twitter o Instagram, deve costruire la sua formazione in modo flessibile e dinamico, per poter così interpretare al meglio le repentine evoluzioni tecniche e teoriche dell’universo social. Questo significa anche imparare a prendersi delle responsabilità, talvolta anche rischiando una strategia più estrema: in termini di acquisizione di esperienza e consapevolezza delle proprie caratteristiche questo vale più di molte letture o corsi specialistici.

Se la tua esigenza è quella di individuare una figura in grado di organizzare e gestire la tua presenza sui social, rivolgiti al nostro team. Abbiamo tanti consigli da darti per programmare la strategia di social media management che fa per te!

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.