Come progettare una campagna di inbound marketing partendo dal tuo blog

Prima di progettare una campagna di inbound marketing con la creazione di un blog aziendale devi sapere bene che cosa s’intende con questo termine e perché oggi è diventato così importante. L’inbound marketing non è una moda da seguire online[...]
foto di flywheel per spiegare che cos'è l'inbound marketing

Prima di progettare una campagna di inbound marketing con la creazione di un blog aziendale devi sapere bene che cosa s’intende con questo termine e perché oggi è diventato così importante. L’inbound marketing non è una moda da seguire online né un passaggio obbligato per migliorare la propria reputazione online. L’inbound marketing è una strategia in cui credere, il valore aggiunto sui cui un’azienda punta per mostrare quanto tiene ai suoi clienti.

La strategia di inbound marketing per migliorare il tuo business

Il marketing negli anni è cambiato. Se prima era unidirezionale, se si pensava a dare informazioni al cliente per fargli apprezzare e conoscere un prodotto, oggi non è più così. In passato, fare marketing era concentrarsi sul prodotto da vendere; oggi significa pensare alle persone, ai bisogni del consumatore.

Questo è il primo concetto che devi fare tuo se vuoi intraprendere una strategia inbound. La relazione tra cliente e azienda è sempre al primo posto, per cui studia un piano di comunicazione che migliori la customer experience ricordando che ogni contenuto deve rispondere a una esigenza reale del tuo pubblico. Perché in una strategia inbound non si comunica per vendere ma per creare connessioni da cui successivamente possono nascere vendite. Detto con parole tecniche, si punta a convertire un lead in una vendita e lo si fa offrendo alla buyer persona un contenuto utile, noi diremmo speciale.

Perché è importante il content marketing e un blog in una strategia di inbound

Parliamo di contenuti perché in una strategia inbound, il content marketing può fare la differenza. Fornire all’utente contenuti utili e orientati ai suoi bisogni ha come obiettivo attirare l’attenzione ma anche creare una relazione, mantenere il contatto e coinvolgere il lettore.
Diventa fondamentale progettare una strategia di content marketing per diversi motivi:

  • analizzare il pubblico e il mercato in cui operi
  • rafforzare la tua immagine online (web reputation)
  • indirizzare i consumatori nelle scelte di acquisto
  • sensibilizzare sul marchio e sui prodotti che vendi gli utenti indecisi o che non ti conoscono

Ma come si lavora a una buona strategia di content marketing per ottenere risultati concreti? Ecco alcune cose che devi ricordare.

  • Decidere scopi, ruoli, obiettivi e risultati da raggiungere. Che cosa vuoi ottenere con la tua strategia online e perché hai deciso di metterti in gioco? Vorresti aumentare le visite al tuo sito web, fare lead generation oppure pensi sia più importante migliorare la tua web reputation? Più hai le idee chiare e più hai possibilità di impostare una strategia che risponda alle tue richieste.
  • Mostrare il tuo carattere. Oggi più che mai è fondamentale far conoscere agli utenti la propria personalità. Ti aiuterà a distinguerti e differenziare il tuo prodotto dai competitor; ti aiuterà anche ad acquisire autorevolezza nel settore e maggiore professionalità nel tempo che spendi per la tua attività online.
  • Creare una relazione con il lettore. Con la strategia comunicativa devi imparare a conoscere il lettore a cui ti rivolgi, per costruire con lui un rapporto di fiducia. Solo grazie alla fiducia e a una connessione reale e sincera potrai farlo innamorare del tuo brand.

Scopri il valore di un blog aziendale

Per un’azienda il blog è uno strumento indispensabile. Raccoglie una fetta di potenziali clienti che ha voglia di conoscere e scoprire tutto sul tuo marchio. Il lettore del blog ricerca attenzione e cura dei dettagli, si sofferma nella lettura e aspetta di ricevere aggiornamenti e notizie. È proprio grazie al blog aziendale che puoi scambiare contenuti importanti con i tuoi lead. A loro ti avvicini con strategia, nel tempo li conquisti e, se sei abbastanza bravo e costante, puoi migliorare in maniera esponenziale il tuo business.

Detto così, nella teoria, è semplice ma come agire nella pratica? Se ti stai chiedendo come si fa, se hai sempre desiderato scoprire come può un blog aziendale portare valore aggiunto al tuo progetto, ecco per te un elenco di vantaggi che si hanno con la cura di questo strumento di inbound marketing.

1. Il blog porta nuovi clienti

Ebbene sì. È il primo vantaggio che ti facciamo notare, perché tra i più importanti. Il blog ha il potere di farti conoscere da clienti nuovi e farti apprezzare da chi già ti stima. È possibile grazie a contenuti sempre freschi e originali, con argomenti studiati per il tuo lettore e con aggiornamenti costanti.

2. Il blog migliora la web reputation

Grazie a questo prezioso strumento di inbound marketing  puoi far capire ai tuoi lettori quanto tieni al progetto. Curi i contenuti per dar loro un plus, tieni alla loro opinione, che si presenta sotto forma di commenti e condivisioni. Ma non è solo questo. Con un blog  – cosa ancora più importante – acquisti autorevolezza nel tuo settore parlando degli argomenti che ti stanno più a cuore. Approfondisci tematiche e studi utilizzando risorse e tempo, per offrire un servizio esclusivo da consegnare a chi legge.

In più, grazie a un blog puoi raccontare tanto di te: la tua filosofia e i valori che ti contraddistinguono ma anche cosa c’è dietro la realtà aziendale di ogni giorno. Il lettore si appassionerà a questi aggiornamenti, non si sentirà trascurato e saprà di poter contare su di te per la risposta di dubbi o richieste. Insomma, diventerai per lui una sicurezza.

3. Il blog semplifica il processo di conversione da utenti in lead

Essere seguito non basta, hai bisogno di trasformare una visita in lead che potrebbe diventare vendita. Certo, non è semplice ma la strategia di inbound marketing serve proprio a questo. Perché ricorda che ogni visita che riceve il blog è una possibilità per il tuo business e spetta a te il compito di far compiere un’azione. A questo serve una strategia inbound. Lavora quindi ai contenuti da pubblicare o alla preparazione di call to action adatte al tuo pubblico.
E ricorda che non tutti i lettori che vengono a trovarti sul blog possono diventare dei lead, ma con un’attività di benchmarking mirata e insieme alla definizione delle buyers personas , potrai targetizzare ogni contenuto e semplificare il processo. Mirare al 100 % di tasso di conversione sarà impossibile ma avvicinarsi a questo numero non è affatto improbabile.  

Impostare una strategia di inbound marketing con un blog aziendale

Precisare il valore di un blog aziendale è necessario perché non è mai troppo banale mostrare le diverse sfumature di un’attività di blogging. Come puoi aver capito un blog ti permette di costruire la tua presenza online da più punti di vista, anche se devi farlo bene. Per ottenere risultati, devi essere in grado di mostrare la tua specialità e creare quella relazione unica che ti avvicina sempre di più alla buyer persona.

Una volta capito questo, sei sulla buona strada per impostare una strategia di inbound marketing vincente, attraverso diverse attività da mettere in pratica proprio con il blog.

Le attività previste in un piano di blogging aziendale

Prendi carta e penna e preparati a lavorare sodo. Vivi l’attività di blogging come un’occasione di risultati positivi e successo, come la possibilità di incrementare il business studiando dei contenuti attinenti al tuo mondo. Lavora in diversi step:

  1. Pianifica una strategia di content marketing
  2. Lavora sul linguaggio da adottare
  3. Definisci l’identità aziendale
  4. Crea contenuti speciali
  5. Monitora la tua storia

Pianifica una strategia di content marketing

L’avrai capito: senza strategia non si va da nessuna parte. Se hai già pianificato i tuoi obiettivi di marketing – che devono essere misurabili e raggiungibili – puoi lavorare di strategia partendo dalla scelta delle buyers personas. Hai bisogno di capire chi sono i tuoi clienti ideali e per farlo devi creare un identikit immaginario che li descriva in ogni aspetto del loro vissuto quotidiano. Dalle caratteristiche socio demografiche a quelle culturali: parti dalla definizione meticolosa delle buyers personas per targetizzare i contenuti da produrre.

Una volta definiti i clienti ideali, studia il contesto in cui lavori e i tuoi competitor. Segna ogni aspetto della tua indagine, aggiornala sempre, non lasciarla in sospeso e stabilisci le risorse e il budget del tuo progetto.

Lavora sul linguaggio da adottare

La strategia è importante ma lo è ancora di più l’uniformità del contenuto che produci. Questo significa che devi lavorare sul linguaggio con cui presenti la tua attività di blogging dando omogeneità a pubblicazioni e comunicazione. Ricorda poi che il blog aziendale si lega a ogni altro format che utilizzi per parlare di te, quindi il linguaggio che scegli deve essere in linea con la tua azienda ma anche con gli altri strumenti utilizzati.

Definisci la tua identità aziendale

Strategia e linguaggio vanno di pari passo con la tua identità aziendale. Impara a presentarti come unico e dai personalità a quello che pubblichi. Il lettore ha bisogno di sentirti vicino a lui non soltanto per quello che offri ma anche per come lo offri e mostrare il tuo carattere ti aiuterà a raggiungere questo obiettivo.

Crea contenuti speciali

Il consumatore oggi ha due caratteristiche: è pigro ed è oberato di contenuti e messaggi.
Ha bisogno di chiarezza, deve scegliere tra un’infinità di prodotti simili, non ha voglia di perdere tempo, perché conduce una vita frenetica. Si sofferma a leggere contenuti online mentre è in metro per andare al lavoro, prima di un appuntamento dal dentista o mentre fa la fila in banca. Per questo, con la tua attività di blogging devi donargli dei contenuti speciali, eclatanti a tal punto da indurlo a un’azione.
Alcuni esempi di contenuti speciali? Ebook di ringraziamento per l’iscrizione a una newsletter, piccoli premi per lettori fidelizzati, demo e tool gratuiti da far conoscere o anche solo sondaggi e statistiche consultabili. La cosa importante è far capire al lettore che quel contenuto è stato creato appositamente per lui, con attenzione e cura dei dettagli.

Monitora la tua storia

Infine, non dimenticare di analizzare i risultati ottenuti nel tempo. Il blog è uno strumento che va sempre alimentato con novità e aggiornamenti. Ma non solo, per capire cosa piace al tuo lettore hai bisogno di monitorare ogni attività. Verifica da dove arriva il traffico del blog e analizza ogni comportamento del lettore in tutte le sue caratteristiche (sai usare google analytics, vero?), studia come sta andando la newsletter e come e perché si iscrivono i nuovi utenti. Segna ogni aspetto della tua analisi, incrocia i dati con gli obiettivi che volevi raggiungere e organizzati per ripetere questa operazione più volte durante l’anno, per capire l’andamento della strategia di inbound marketing adottata.

Ricorda che potresti anche dover riparare a errori di strategia. Il blog deve cambiare nel tempo, devi viverlo come una parte della tua azienda che con te cresce, sbaglia, si riprende e procede in un nuovo percorso.

In conclusione

Ricapitoliamo. Avere un blog significa impegnarti per offrire un valore aggiunto ai tuoi clienti in modo da far crescere la tua attività in maniera spontanea, solo dopo aver creato relazioni con il pubblico in target. C’è bisogno di metodo e attenzione continua, conoscenza approfondita del content marketing e un pizzico di creatività.

Per questo devi sapere come muoverti. Come prima cosa lavora a una strategia di content marketing mirata attraverso lo studio di obiettivi e risultati da raggiungere, mostrando il tuo carattere e creando una relazione con il tuo lettore. Gestisci un blog aziendale dandogli il giusto valore e quindi pianifica nel dettaglio, lavora sul linguaggio e definisci la tua identità aziendale. Solo dopo aver impostato questa prima fase strategica, crea dei contenuti speciali per il tuo pubblico e non dimenticare mai di monitorare la tua attività, per capire se stai procedendo bene o se devi correggere il metodo.

Capirai nel tempo che lavorare alla cura di un blog aziendale è un’ottima strategia di inbound marketing per diversi motivi. Sta a te decidere come impostare questo lavoro ma se saprai vivere questo cammino con lo spirito giusto, il blog può diventare una bella sfida per mostrare la tua professionalità. Sfrutta questa occasione per farti conoscere e raccontare quello che ha di bello la tua azienda. Coltiva i contenuti, rendili speciali per diventare un’autorità nel tuo campo. Solo così, grazie ad attenzione e argomenti approfonditi, potrai avere dei risultati concreti.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su