Come realizzare una landing page davvero efficace

Che cos'è una landing page (o cosa non è) e soprattutto come realizzarla a regola d'arte. In questo articolo facciamo chiarezza su uno degli strumenti più importanti del web marketing e un passaggio fondamentale del funnel di marketing
Creazione di una Landing Page - Exelab Digital Marketing

La creazione di una landing page è, a detta di tutti, uno dei fondamentali del digital marketing per rendere veramente efficace una strategia di comunicazione e vendita di un prodotto, di un servizio, di un’idea del brand. La verità è che realizzare una “pagina di atterraggio” che funzioni alla perfezione e dunque attragga traffico ma ancor di più generi lead è un lavoro molto impegnativo. Se allora stai pensando a come progettarne una e ti serve qualche consiglio, ecco qualche indicazione da seguire per non incappare in errori banali.

Sai davvero cos’è una landing page (o meglio, sai cosa non lo è)?

Questa domanda è ovviamente provocatoria, ma contiene una verità non scritta: ci imbattiamo spesso in landing pages che non funzionano perché, semplicemente, sono qualcos’altro. Se volessimo dare una definizione abbastanza stretta di landing page potremmo dire che:

È la pagina di un sito web destinata ad attrarre visitatori con un messaggio chiaro e preciso, invitandoli a compiere una determinata azione all’interno del sito, ossia a generare una conversione.

È chiaro quindi che non stiamo parlando di una home page, nè tantomeno di uno spazio in cui riversare tutto quello che vuoi presentare attraverso il canale web. L’essenzialità e la pulizia della pagina, anzi, sono in questo caso un valore aggiunto. Ricorda inoltre un altro importante fattore: mai pensare che una landing page risplenda di luce propria; anche quando è ben realizzata, deve essere integrata nel complesso della tua strategia, perché altrimenti non avrai visitatori che possano arrivarci.

Ecco allora una lista di consigli e suggerimenti che puoi seguire per realizzare una landing page davvero efficace:

1. Trova il miglior titolo possibile

Il titolo è il primo elemento della tua landing page che sarà visto da un utente: se non funziona l’uno, di certo non funzionerà neanche l’altra. Assicurati di trovare una frase accattivante e precisa, in grado di trasmettere con chiarezza cosa offri al visitatore, e non commettere l’errore di pensare che la prima idea sia per forza quella giusta: sperimenta vari titoli e se ti è possibile testali pubblicando più versioni della tua landing page per capire qual è il messaggio che centra più facilmente il bersaglio.

2. Aggiungi un sottotitolo

Il titolo è essenziale per catturare l’attenzione del visitatore, ma occorre anche un testo che fornisca le informazioni base riguardo alla tua proposta. Un buon sottotitolo va costruito un po’ come il cosiddetto ‘sommario’ nei quotidiani o nelle riviste: concetti semplici ma ricchi di contenuto espressi in modo breve ma efficace. Nel caso di una landing page indica nel sottotitolo le caratteristiche fondamentali della tua offerta e incuriosisci il lettore rispetto ai vantaggi che può avere scegliendo ciò che gli proponi, in modo da invogliarlo a saperne di più su di te e su quello che vendi.

3. Tutti i testi devono essere coerenti con l’immagine che vuoi trasmettere

Il modo in cui descrivi cosa offri agli utenti fa sempre la differenza, a maggior ragione all’interno di una landing page. Per questo devi rendere ogni testo che ne farà parte coerente con l’offerta che stai facendo, trasferendo sulla pagina una serie di informazioni essenziali affinché il visitatore sia sempre più interessato alla tua proposta. Devi illustrare il funzionamento del tuo prodotto o servizio, elencando i benefici concreti che la tua attività può portare o i problemi che può risolvere e cosa la rende migliore di tutte le offerte concorrenti. Per rafforzare il senso di affidabilità e di autorevolezza del tuo messaggio, serviti pure di citazioni, referenze positive, certificazioni che attestino la qualità della tua offerta.

4. Motivazione fa sempre rima con emozione

Gioca sulla componente psicologica ed emotiva di chi visita la tua landing page: il tuo obiettivo primario è quello di suscitare interesse e creare volontà d’azione e condivisione. Pur rispettando il criterio di coerenza ed essenzialità necessario perché la tua pagina funzioni a dovere, stimola il tuo visitatore con elementi in grado di arricchire il tuo messaggio. Immagini, video, promozioni speciali sono tutti ottimi ingredienti per innescare una risposta “emozionale” in chi ti sta guardando.

5. Metti in evidenza la tua Call to Action

Ecco un altro dei pilastri su cui deve poggiare una landing page ben costruita. Potremmo dire che, se il titolo è il motorino di avviamento e i testi sono il carburante, la CTA è senza dubbio il pedale dell’acceleratore della tua pagina! È questo infatti lo strumento più importante per indurre i tuoi utenti all’azione, quello determinante per fargli decidere di acquistare il tuo prodotto, prenotare il tuo servizio o semplicemente lasciare i propri dati in modo che tu possa ricontattarli anche in seguito. Prepara dunque un messaggio dalla grande carica comunicativa e che con poche parole sia in grado di spingere il visitatore a convertire. Assicurati anche di posizionare la CTA in un punto della pagina ben visibile, senza che la sua presenza venga mascherata da una grafica poco definita o indebolita da altre informazioni.

6. Concentra l’attenzione su un solo focus

Questo è uno dei fattori che più frequentemente segnano la differenza fra le landing page ben congegnate e quelle che invece non funzionano. Tutto all’interno di questo spazio deve convergere verso uno e un solo obiettivo: quello di catalizzare l’attenzione dei visitatori e generare conversioni. Non serve a nulla imbottire la tua pagina di informazioni per chi legge o il risultato sarà quello di confonderlo e distrarlo: il focus deve restare chiaro ed univoco.

7. Non dimenticarti di chi usa smartphone e tablet

La fruizione dei siti web attraverso i dispositivi mobili ormai è una consuetudine diffusa (anzi, è sempre più predominante). Per questo motivo la tua landing page deve essere pensata per risultare efficace anche se vi si accede dallo schermo di un telefono o di un tablet. Un ambiente responsive ti garantirà senza dubbio un maggior potenziale di traffico e maggiori probabilità di conversioni.

8. Cura anche l’aspetto grafico

La precisione dei testi deve andare di pari passo con un’analoga pulizia grafica. Devi assolutamente evitare formati dalla struttura improbabile, design troppo ricchi, per non pregiudicare la coerenza interna e far perdere di vista gli elementi essenziali presenti nella pagina, o troppo scarni, che rischiano di non far percepire la forza del tuo messaggio. Anche in questo senso sperimentare e verificare più soluzioni è il modo migliore per ottenere i risultati attesi: serviti pure di uno fra i tanti plugin (gratuiti o a pagamento) disponibili sul mercato.

9. Rendi la tua pagina condivisibile

Se, come detto, l’obiettivo della tua landing page è portare più utenti a scoprire la tua offerta, sfruttare il potere della condivisione da parte degli utenti stessi è una ricetta sicuramente vincente. Aggiungi i link a tutti i social media più usati: questo prima di tutto ti consentirà di creare un legame durevole coi visitatori e, in secondo luogo, ti aprirà le porte di uno scenario molto più ampio dal quale attingere traffico e conversioni.

10. Testare, testare, testare

Fare verifiche, monitorare dati e risultati è un mantra del digital marketing a cui non ci si deve mai sottrarre. Il motivo è semplice: il mercato online è altamente dinamico e si muove con velocità; una piccola variazione può perciò generare grandi cambiamenti. Se ti abitui a eseguire test con regolarità e costanza, l’efficacia della tua landing page non potrà che beneficiarne e tu sarai sempre sicuro di avere un’idea attendibile dei risultati che questa potrà garantirti.

Se oltre a questi consigli vuoi farti un’idea più concreta, esaminando qualche “caso” particolarmente riuscito di landing page, il web pullula di classifiche e liste di esempi. Giusto per fornirti un paio di spunti, puoi dare un’occhiata a questo articolo comparso sull’edizione online di Forbes, oppure approfondire alcuni dei passaggi sopra descritti grazie a questo interessante testo pubblicato da The Daily Egg.

Se invece vuoi un’assistenza ancora più approfondita per imparare a rendere efficace la tua landing page e più in generale a impostare una strategia di digital marketing, contattaci subito!

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *