Influencer Marketing: statistiche che ti convinceranno a provare

influencer marketing foto

Da qualche tempo si sente parlare di influencer marketing, tanto che anche i telegiornali finiscono per fare servizi sugli influencers del momento.

I numeri parlano chiaro: gli influencer con molti followers, si intende tra i 3 e i 7 milioni, possono guadagnare fino a 75 mila dollari per un post su Instagram, cifra che diventa ancora più alta se si parla di YouTube, in cui si può guadagnare fino a 187mila dollari (fonte Business Insider).

Oggi vorremmo proprio convincerti a provare l’influencer marketing per la tua azienda e per farlo ti vogliamo dimostrare con dati reali che è fenomeno che rivoluzionerà il modo in cui facciamo marketing.

Cos’è l’influencer marketing?

Nell’influencer marketing rientrano tutte quelle tattiche e strategie di marketing che sfruttano la popolarità di un influencer per influenzare le decisioni d’acquisto degli utenti.

È sufficiente fare un nome italiano conosciuto in tutto il mondo per comprendere di cosa si tratta: Chiara Ferragni. Lei è riuscita a diventare milionaria costruendo la sua popolarità per prima cosa e poi facendosi pagare per dare consigli d’acquisto.

foto di Chiara Ferragni influencer marketing

Molto spesso, gli utenti si fanno influenzare dalle scelte degli influencer per essere un po’ più come loro e non si rendono conto che si tratta di pubblicità. Anche se i siti web e i social network stessi stanno tentando di rendere sempre più visibile che si tratta di una sponsorizzazione.

Ci sono moltissime tecniche che possono essere utilizzate per fare influencer marketing, come l’uso dei social media e dei blog, ma anche community e forum online o promozioni, per esempio concorsi a premi e contest.

Statistiche che provano l’efficacia dell’influencer marketing

1) 650% in più in guadagno

Statistiche dimostrano che per ogni dollaro speso le aziende ne guadagnano $6,50! Questa è solo la media, ci sono aziende che guadagnano persino $20 per ogni dollaro speso. Sicuramente, l’influencer marketing è il modo migliore più proficuo di fare pubblicità.

Fonte: blog.tomoson.com

2) 70% degli adolescenti sono più facilmente influenzabili dagli influencer che dai VIP

Gli influencer cercano di stabilire una relazione e un contatto con i loro followers e questa loro accessibilità e vicinanza è la chiave del successo, che li differenzia dalle celebrità, troppo distanti e irraggiungibili.

Quindi se per i brand da soli è difficile, costoso e richiede tempo, persuadere i potenziali acquirenti, per gli influencers è un gioco da ragazzi, soprattutto se si parla di adolescenti.

Fonte: thinkwithgoogle.com

3) 60% dei consumatori sono stati influenzati dagli influencers prima di fare un acquisto in un negozio

Sembrerebbe che gli utenti siano disponibili a comprare un prodotto in un negozio fisico se raccomandato da un influencer su un blog o sui social media. Ciò dimostrata la portata dell’influencer marketing che va oltre la rete.

Fonte: collectivebias.com

4) 53% delle donne ha fatto un acquisto su raccomandazione

Le donne sembrano quelle che più cercano raccomandazioni online prima di fare un acquisto, non a caso una ricerca ha rivelato che il 53% delle donne del campione abbia comprato qualcosa dopo aver visto un post su Facebook o Instagram di un influencer.

Fonte: adweek.com

5) 49% degli utenti ricerca raccomandazioni dagli influencers

Gli influencers sono ancora più potenti degli amici stessi per quanto riguarda le raccomandazioni di prodotti. In una ricerca, ben il 49% degli utenti ha confermato di affidarsi alle loro raccomandazioni prima di fare un acquisto.

Fonte: ion.co

6) 40% dei consumatori bloccano le pubblicità

Questa statistica è americana, ma sicuramente anche quella italiana si allineerà. Sono sempre più diffuse le tecnologie per bloccare le pubblicità quando navighiamo su Internet, per minimizzare il fastidio e lo spam di comunicazioni indesiderate.
Anche se non tutti lo sanno, basta installare un add-on nel browser per istituire un filtro che blocca le pubblicità.

Fonte: marketingland.com

7) 22% delle persone dai 18 ai 34 anni hanno fatto un acquisto importante dopo la raccomandazione dell’influencer

Gli adolescenti sono la fascia di età più suscettibile al fascino degli influencers, ma non sono gli unici e questo è quello che ci dimostra il dato. Ricordiamoci anche che chi è nella fascia dai 18 ai 34 anni può spendere più soldi in autonomia.

Conclusioni

L’influencer marketing sembra uno dei modi di fare marketing che garantisce maggior ritorno economico. C’è da dire che si deve trovare il giusto influencer a seconda dei dati demografici del target di riferimento, ma una volta trovato, il successo è assicurato.

Hai bisogno di aiuto per trovare l’influencer più adatto per il tuo settore?

Contatta noi di Exelab, contiamo su una rete di collaboratori seguitissimi che ti aiuteranno a far conoscere il tuo brand a tutti.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su