Migliora la tua strategia di marketing con le 5 cose che abbiamo scoperto intervistando i nostri clienti

Per migliorare la tua strategia di marketing puoi fare tante cose, ma forse non hai pensato a intervistare i tuoi clienti.
Migliora la strategia di marketing intervistando i tuoi clienti

Per migliorare la tua strategia di marketing puoi fare tante cose, ma forse non hai pensato a intervistare i tuoi clienti.

Un proverbio turco recita “se parlare equivale all’argento, ascoltare è oro”.

Noi abbiamo scelto di ascoltare i nostri clienti per capire le loro reali esigenze e provare a migliorare la nostra strategia di marketing basandoci sui dati raccolti attraverso un semplice questionario online (link al blog post: creare un sondaggio …)

Dall’indagine sono emerse informazioni significative che vogliamo condividere perché pensiamo possano esserti utili per iniziare fin da subito a migliorare anche la strategia di marketing di ogni azienda.

1. Il 55% delle aziende non è soddisfatta delle performance ottenute dalle attività di marketing

Più della metà delle aziende intervistate non è soddisfatta dei risultati ottenuti attraverso le proprie attività di marketing. Nonostante ciò le stesse aziende non interrompono gli investimenti dimostrandosi consapevoli del ruolo fondamentale svolto dal marketing nell’economia del loro business ma non altrettanto consapevoli degli errori che commettono nella sua gestione.

2. L’assenza di una strategia di marketing è la causa di risultati non soddisfacenti

Spesso, non sono le azioni di marketing intraprese ad essere inadeguate ma la completa assenza di una una strategia di marketing che vanifica tutti gli sforzi posti in essere!

Oltre l’80% delle aziende, infatti, ha recentemente implementato e rinnovato almeno un canale digital, ma nessuna azienda ha definito la strategia digitalizzata di vendita con un CRM (Customer Relationship Management) preoccupandosi di fissare degli obiettivi, a breve o a lungo termine, e soprattutto di misurare i risultati attraverso un’analisi delle metriche rilevanti.

Insomma, nessun orientamento nel pianificare una strategia di marketing digitale.

3. La scarsa propensione all’aggiornamento e all’innovazione si rivela un ostacolo invalicabile

Nel 69% dei casi, il team di marketing è costituto dal titolare dell’azienda, figura unica che gestisce tutte le attività. Ne derivano difficoltà di approfondimento del settore e di aggiornamento che provocano una situazione stagnante.

Il voler essere completamente autonomi ripetendosi, con ferma convinzione, “Faccio tutto da solo. Sarà sicuramente meglio” non porta alcun beneficio alla qualità della comunicazione sia interna che esterna.

“Team di marketing? No grazie. Faccio da solo.”

4. La paura di delegare supera la necessità di avvalersi di competenze specifiche

Spesso capita che i titolari non vogliano né delegare né esternalizzare questo aspetto del loro business: non si sentono pronti ad affidare il marketing ad altre figure professionali (agenzie, responsabile interno) a dimostrazione dell’importanza che attribuiscono a queste attività.

Allo stesso tempo però sembrano avere una bassa consapevolezza delle competenze che servono per riuscire ad ottenere risultati soddisfacenti.

Sembra essere più importante rimarcare il peso della propria leadership piuttosto che ascoltare e lasciar fare ad una figura più esperta e con competenze specifiche.

5. Molta visibilità ma poca community

La mancanza di una strategia di marketing dietro le attività svolte è dimostrata anche dal fatto che 3 aziende su 4 si soffermano soltanto sulle azioni che consentono di ottenere visibilità (seo + social media + pay per click) senza dare la giusta importanza a tutte quelle azioni che servono, invece, per coinvolgere e stimolare la relazione con la community.

Meno del 20% degli intervistati avvia azioni di email marketing e content marketing per approfondire le specifiche problematiche e le relative soluzioni che faciliterebbero, inoltre, la trasformazione dei visitatori del sito (o dei canali social) in potenziali clienti pronti a voler valutare i servizi offerti.

Conclusione

I dati che abbiamo raccolto ci mostrano che le aziende tendono ad approcciare il processo di marketing come una serie di azioni slegate tra di loro e i risultati, dei quali si dichiarano insoddisfatte, risentono profondamente di questa destrutturazione. È proprio la visione strategica a rappresentare il discrimine tra marketing dei risultati e marketing per se stesso.

Se non hai una strategia di marketing (intesa come analisi della situazione e organizzazione della missione, da una parte, e definizione degli obiettivi e pianificazione delle attività volte a perseguirli dall’altra) è arrivato il momento di prenderti del tempo per definirla, altrimenti i tuoi risultati saranno sempre al di sotto delle tue aspettative.

La strategia, infatti,  ti serve a delineare la rotta più breve per raggiungere il porto. L’insieme delle azioni che compi, per permettere alla nave di muoversi su quella rotta, è solo tattica e, per citare Sun Tzu “la tattica senza strategia è la confusione prima della sconfitta”. Senza strategia, insomma, non vinci mai.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *