Speciale Web Marketing per piccole aziende: Gli errori più comuni nei siti. Tu li fai?

Foto di uomo che studia il web marketing piccole aziende

Sai che nel 2017 ben il 43% degli internauti Italiani ha cercato informazioni su aziende e merci online, anche se non ha fatto acquisti? Questo indica che non solo chi ha un sito e-commerce deve assicurarsi di avere un buon sito web, ma riguarda tutte le piccole e medie aziende che hanno un sito.

Il sito web è molto più di un biglietto da visita. È uno strumento che con i giusti accorgimenti e la giusta strategia di web marketing può cambiare le sorti del tuo business. Spesso però i siti delle piccole aziende contengono errori banali che se corretti possono dare un miglioramento consistente e immediato delle prestazioni. E se ti dicessi che con piccoli cambiamenti alla tua portata il tuo sito può farti ottenere più visitatori e richieste di contatto (e quindi potenziali clienti)?  Leggi il nostro speciale Web Marketing per piccole aziende per individuare undici errori comuni a molti siti di piccole aziende e scoprire se anche tu li stai facendo…

1. Home page vuota

Oggi è molto apprezzato un web design minimalista, che sia efficace nel trasmettere il messaggio nel più breve tempo possibile senza inutili distrazioni. Per quanto il minimalismo aiuti a catturare l’attenzione in un mondo sovraccarico di stimoli e informazioni, si deve far attenzione a non tralasciare importanti contenuti. Infatti, l’home page deve avere sostanza, questa è di norma la pagina più visitata e deve essere chiaro ed evidente per l’utente qual è il contenuto principale entro i primi tre secondi di visualizzazione.
Cosa fa la tua azienda? Perché un utente dovrebbe affidarsi a te? Ecco queste sono le risposte che devi trasmettere ai tuoi utenti in un battito di ciglia.foto di sito web troppo vuoto contrario al web marketing piccole aziende

2. Sito web non ottimizzato per dispositivi mobili

Oggi il 44.6% degli utenti in Italia utilizza uno smartphone quando fuori casa, quindi come puoi pensare di non avere un sito web ottimizzato per questi dispositivi? Sarebbe come buttare al vento quasi la metà del tuo traffico.

3. Contatti assenti

A volte i siti web inseriscono i loro contatti nell’header o nel footer del sito web. Questa pratica va bene, MA deve essere affiancata dalla presenza di una pagina contatti vera e propria nel menu principale. Perché? Ovviamente, perché questo è il posto più visibile.
Mi raccomando non optare solo per inserire l’indirizzo email, ma aggiungi anche un form di contatto, facile e veloce da compilare. Non dimenticarti di aggiungere anche il tuo indirizzo fisico se i clienti ti vengono a trovare presso la tua sede.

4. Google My Business

Questo errore non si riferisce al sito stesso, ma alla mancanza di un profilo Google My Business, che è davvero deleterio. Hai idea di quante persone trovino aziende solo grazie a questo? Ecco, non perdere un’occasione così, a costo zero per di più. Per sapere come aggiungere la tua azienda su Google My Business leggi qui.
Screenshot di Google my business come una delle tattiche di marketing

5. Contenuti scadenti

Nel tuo menu dovresti avere una sezione servizi o prodotti. Tuttavia, non basta solo avere queste sezioni ma devono essere ben scritte come il resto del tuo sito. In particolare, le pagine dei servizi/prodotti devono essere esaustive e contenere informazioni uniche ed originali sulla tua azienda e devono anche dare ragioni indiscutibili all’utente per entrare in contatto. Un altro elemento che non deve mancare è la chiamata all’azione (call to action), indispensabile per ricevere richieste di contatto.

6. Assenza del blog

Avere contenuti aggiornati e nuovi è uno dei fattori di ranking principale, il blog ti aiuta sia a produrre contenuti nuovi sia a parlare con i tuoi utenti ed anche a ricevere più traffico, se per esempio condividi la tua notizia anche sui Social Media.

7. Immagini e branding

La presenza di immagini è fondamentale, sia perché le immagini sono un potente fattore per la SEO, sia perché rendono i contenuti più leggibili ed attraenti, come si dice l’occhio vuole la sua parte. Le immagini devono però essere rilevanti all’azienda e di qualità, altrimenti anche il branding del tuo business ne risentirà.
Infatti, la scelta delle immagini deve essere in linea con il tuo brand, fai attenzione ai colori e allo stile. Non hai bisogno di un esperto di web marketing per piccole aziende per trovare le immagini più consone, oggi ti puoi rivolgere a siti che offrono immagini gratuite come Pexels. Si raccomanda anche di produrre le tue immagini professionali, per esempio quelle del tuo staff, ma devono essere di buona qualità.

8. Navigazione inadeguata

Un altro dei motivi più comuni per un’alta bounce rate, che si riferisce al numero di persone che entrano e poi abbandonano un sito senza aver messo in atto nessuna azione, è la navigazione carente. Infatti, il tuo menu e i collegamenti nelle tue pagine devono seguire una logica, i contenuti devono essere facili da trovare.

9. Troppe cose su cui focalizzarsi

A volte è la mancanza dei contenuti e call to action il problema, a volte invece è l’esatto opposto. Se la home page contiene troppe informazioni e l’utente ha difficoltà a focalizzarsi in una cosa soltanto. Guarda l’esempio (sotto), vedi quante informazioni differenti? L’occhio non sa dove fermarsi.

Screenshot di sito web con molte informazioni web marketing piccole aziende

10. Mancanza link dei Social Media

Se già usi i Social Media, perché non metterli in mostra sul tuo sito web? Dovresti metterli o nell’header o nel footer del tuo sito, ma anche arricchire i tuoi blog con i bottoni che ti permettono condividere sui Social è un’ottima idea per aumentare l’engagement dei tuoi visitatori.

11. Parole chiave e SEO

Le parole chiave e una strategia SEO è indispensabile anche per le piccole aziende, così possono essere visibili nei motori di ricerca, altrimenti è quasi impossibile essere trovati. Quindi è necessario che la tua azienda abbia delle parole chiave su cui concentrarsi e che queste siano usate nel sito web. Più in generale, si nota che l’ottimizzazione SEO di base, sia mancante nei siti web delle piccole aziende, in molti si preoccupano del costo ed in pochi si concentrano sui benefici reali.

Come smettere di sbagliare una volta per tutte?

Bene finalmente sei a conoscenza degli errori del tuo sito web, alcune forse erano cose a cui non avevi pensato vero? Non è mai troppo tardi per cambiare.
A volte è difficile fare da soli, soprattutto se non si ha a disposizione un dipartimento di marketing.

Allora perché non affidarti ad un’agenzia di web marketing per piccole imprese?
Potrebbe sembrarti costosa come idea, ma in realtà puoi ricuperare i soldi spesi con le maggiore entrate che riceverai. Inoltre, un professionista può installare, analizzare i dati analitici del tuo sito e capire come migliorare il percorso dell’utente e non solo.

Perché non richiedere un preventivo gratuito e senza impegno?

Stai un passo avanti alla concorrenza, basta un messaggio.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.